2016- Mem. Paolo Mataloni - ANPS - Associazione Nazionale della Polizia di Stato Sezione di Pesaro e Urbino

Sezione di
Pesaro e Urbino
Ass.Naz. della
Polizia di Stato
Sezione di
Pesaro Urbino
Associazione Nazionale
della
Polizia di Stato
Sezione di
Pesaro e Urbino
Associazione Nazionale della
Polizia di Stato
Sezione di
Pesaro e Urbino
Vai ai contenuti

2016- Mem. Paolo Mataloni

ARCHIVIO
Evento
Tutti in campo per il Primo Memorial Paolo Mataloni

L'ANPS di Pesaro e Urbino guidata da Lido Scalpelli ha organizzato il "1° Memorial Paolo Mataloni", l’amichevole tra le squadre di basket di alto livello Consultinvest Pesaro e Fortitudo Bologna, vinta dalla prima, che si è svolta il 2 marzo presso il vecchio Palazzetto dello Sport in via Dei Partigiani.

L'evento è stato organizzato per ricordare il Primo dirigente della Polizia Paolo Mataloni, scomparso da pochi mesi per una grave malattia, in servizio per molti anni presso la Questura di Pesaro e al termine della carriera presso la Questura di Rimini. Il Primo dirigente ha amato la città di Pesaro, dove ha vissuto con la propria e amava in particolare la sua squadra di basket, la Victoria Libertas Pallacanestro, ora Consultinvest, che seguiva sempre con grande passione. Dopo il collocamento a riposo per raggiunti limiti di età, il Dottor Mataloni ha dedicato molto tempo al volontariato per l'Associazione Genitori Ematologia Oncologica Pediatrica (Ageop), che da anni accoglie e assiste i bambini malati di tumore e le loro famiglie. In segno di solidarietà verso i più deboli, e di affetto nei confronti del compianto Paolo Mataloni, la Sezione ANPS ha devoluto all’Associazione il ricavato dell’evento.

Tra gli oltre 1000 spettatori erano presenti il Questore di Pesaro e Urbino Antonio Lauriola, rappresentanti degli enti pubblici e privati, funzionari della Polizia di Stato in servizio e quiescenza, le sezioni ANPS di Ancona, Senigallia e Rimini e i rappresentanti delle locali associazioni d’arma. All’evento ha assistito la famiglia del funzionario, la consorte Paola con i figli Giacomo e Luca, e un nutrito gruppo di loro amici e parenti provenienti dal paese natio del funzionario.

Beneficenza
Torna ai contenuti